Hotel Castelli |Si trova a Milano il ristorante segreto che ricerca clienti esclusivi






Milano è una città ricca di sorprese, di posti di tendenza e alla moda. La ricerca dell’esclusività caratterizza il milanese medio anche nella scelta del posto in cui mangiare…ed oggi sono addirittura i ristoratori a ricercare il “cliente esclusivo”.

Aperto ormai da diversi mesi, l’Hotel Castelli è diventato il posto in cui il mistero, l’esclusività e il buon cibo la fanno da padrona: è un “ristorante segreto” in cui soltanto in pochi sono ammessi dopo una attenta selezione.

E’ un ristorante fuori dal comune, nascosto tra i palazzi signorili che circondano la zona Bocconi: non c’è un’ insegna, non c’è un sito internet e  non ci sono offerte promozionali.

Per accedervi bisogna essere presentati e corrispondere ad uno dei profili di cliente ricercato, tra cui cliente all’avanguardia, cliente bohemién o cliente foodie.

E’ un’idea  della padrona di casa la Contessina dei Castelli Teuliè, che insieme a un designer della scuola calabrese e un’esperta di ristorazione marchigiana hanno rivalutato un appartamento vuoto trasformandolo in un luogo di ritrovo per gli amanti dei sapori regionali, del buon vino italiano e della musica italiana che ha fatto la storia!




Il menù varia, a seconda della stagionalità degli ingredienti e della tipologia di musica di sottofondo. Non c’è un dress code particolare ma ognuno deve indossare ciò che rispecchia la sua personalità.

Per la prima volta nella storia del locale, che non ha mai voluto avere pubblicità, è stata riservata l’entrata a Lo Stagista Parlante (e non è stato facile!) per raccontare l’esperienza  in questo ristorante fuori dal comune.

Nei prossimi giorni, riceveremo infatti un SMS anonimo con l’indirizzo, il giorno e l’orario della cena e la parola d’ordine per accedere.

Non vediamo l’ora di condividere con voi la nostra esperienza!

Tutti i diritti sono riservati a Lo Stagista Parlante ai sensi della legge 248/2000 della Rep. italiana

Potrebbero interessarti anche...

Che ne pensi di questo articolo? Dacci la tua su, commenta!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: