Gli Stagisti Pugliesi scrivono al Presidente Michele Emiliano

Invitiamo non solo gli stagisti pugliesi di unirsi all’appello che i giovani tirocinanti in sospeso della Regione Puglia rivolgono al Presidente Michele Emiliano.

Ciao amici di Lo Stagista Parlante  grazie per avermi permesso di raccontare la mia storia, ma in realtà non è solo la mia ma quella di molti giovani tirocinanti che hanno intrapreso un percorso di formazione lavorativo nella bellissima regione Pugliese.

Purtroppo, a seguito del lockdown del 9.3.2020, l’intera nazione ha dovuto limitare la vita socio-economica, vedendo cosi stravolte le proprie prospettive future, limitando fortemente i percorsi formativi extracurricolari.

Difatti, con il DGR n. 282/2020 (Disposizioni conseguenti all’adozione del DPCM del 4/3/2020 in materia di politiche attive e formazione professionale) e il DPCM 9/3/2020, in ragione della persistenza della situazione di emergenza sanitaria, è stata disposta la sospensione di tutti i tirocini extracurricolari svolti nell’ambito del territorio regionale pugliese.

Tuttavia, alcune regioni italiane ( Piemonte ed Emilia Romagna) hanno autorizzato sin da subito, il prosieguo dei tirocini in smart-working purché tale modalità sia compatibile ovviamente con la tipologia di lavoro svolto. Infatti, come si evince da diverse circolari regionali, lo smart working è consentito laddove la specificità del soggetto ospitante (pubblico o privato), sia dal punto di vista dei contenuti del progetto formativo, sia dal punto di vista della disponibilità di tecnologie telematiche, ha la possibilità di garantire il totale svolgimento del percorso formativo.

La regione Puglia ed altre regioni invece hanno escluso la ridetta modalità sospendendo direttamente i tirocini. Sta di fatto che con ordinanza n.240 del 19.5.2020, la Regione Puglia ha autorizzato la ripresa dei tirocini extracurricolari e curricolari purché svolti all’interno dell’azienda, la c.d formazione “on the jobs” come definita dall’Assessore alla Formazione e al Lavoro.

Ancora una volta, la regione non ha tenuto conto di tutte quelle società che svolgendo un’attività di servizi, consulenza, programmazione ecc, sono realtà che hanno adottato lo svolgimento del lavoro da remoto, al fine di poter tutelare al meglio i principi di distanziamento sociale e anti-contagio, in virtù dell’emergenza sanitaria, tutelando il lavoratore.

Principio, questo, che è stato a sua volta ribadito dal Decreto Rilancio del 21 maggio del 2021, all’art.90 prevedendo la possibilità di poter lavorare in modalità agile per tutto il periodo dell’emergenza e al massimo fino al 31.12.2020.

Pertanto, la regione Puglia non ha tenuto conto neanche di tutti quei ragazzi che hanno intrapreso dei percorsi di formazione presso queste società, ergo tirocini ancora sospesi.

La ragione di questo raccolta firme, è l’appello di tutti i giovani Pugliesi che rivolgono una richiesta d’aiuto al Presidente Emiliano. Infatti, gli stagisti Pugliesi hanno lanciato un Appello al Presidente Emiliano, una lettera aperta ove illustra dettagliatamente il disagio della continua sospensione dei tirocini, nonché di come sia importante estendere lo smart working per i tirocini anche in Puglia.

L’Italia per poter ripartire ha bisogno di tutti noi, ma sopratutto , la nostra regione, il nostro sud ha bisogno di noi!

Ci avviciniamo al 2 giugno, all’anniversario della nostra Repubblica e non possiamo ignorare, il nostro primo articolo della Costituzione – L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.

Non posso non concludere ricordando Piero Calamandrei: Concludo rammentato il noto Padre costituente, Piero Calamandrei: “La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove.Perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile. Bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità”.

Da poche ore è stata lanciata una petizione su Change per raccogliere più firme possibili alla lettera aperta rivolta al Presidente Michele Emiliano.

Spero che chi leggerà questa storia potrà aiutarci con una firma, sostenendo la causa e magari perchè no, essere anche uno spunto per tutte le altre regioni che come la Puglia continuano a non estendere lo smart-working ai tirocinanti.

Link della petizione: http://chng.it/96jZPCmV.

Maria Carmen Acciardi, portavoce del Comitato stagisti Indipendenti Puglia

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Segui il nostro blog per rimanere aggiornato!

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati a Lo Stagista Parlante ai sensi della legge 248/2000 della Rep. Italiana

Potrebbero interessarti anche...

Che ne pensi di questo articolo? Dacci la tua su, commenta!