Nemici dello Stagista temete: arrivano le sanzioni

La legge di bilancio 2022 porta con se delle novità sui tirocini.

Sembra che dai piani alti si sono finalmente accorti dell’esistenza dell’abuso dello stage. Finalmente hanno deciso di fare qualcosa (almeno sulla carta)

La norma mette nero su bianco la distinzione tra stage curricolare e extra curricolare e prevede che entro 180 giorni la conferenza Stato-regioni lavori a un’accordo su linee guida condivise riguardanti:

  • Criteri di applicazione a soggetti con difficoltà di inclusione sociale
  • Indennità di partecipazione e durata
  • Monitoraggio della formazione de impartire
  • Assunzione post-stage
  • Prevenzioni all’abuso dell’istituto dello stage

Il mancato corrispettivo del rimborso spese è sanzionato

Qualora non venga riconosciuta una congrua indennità, per il datore di lavoro riceverà una sanzione amministrativa il cui ammontare è proporzionato alla gravità dell’illecito commesso, in misura variabile da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 6.000 euro

Chi usa il tirocinio come sostituzione di un contratto di lavoro viene sanzionato

L’articolo 723 specifica quello che già sappiamo: ovvero che lo stage non è da considerarsi un rapporto di lavoro. Per chi utilizza l’istituto dello stage in maniera impropria o fraudolenta è punito con la pena dell’ammenda di 50 euro per ciascun tirocinante coinvolto e per ciascun
giorno di tirocinio
, ferma restando la possibilità, su domanda del tirocinante, di riconoscere la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a partire dalla pronuncia giudiziale
.

Peccato solo che le leggi non sono retroattive altrimenti personalmente mi sarei divertito!

Segui il blog via e-mail

Tutti i diritti sono riservati a Lo Stagista Parlante ai sensi della lege 248/2000 della Rep. Italiana

Potrebbero interessarti anche...

Che ne pensi di questo articolo? Dacci la tua su, commenta!